AI CONFINI DEL SAPERE
printprintFacebook





New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Facebook  

Aberrazioni novus ordo missae n. 10 : Messa di Natale di mezzanotte Chiesa San Rocco Torino (Natale 2017)

Last Update: 1/8/2018 2:47 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 2,490
Age: 70
Gender: Male
1/8/2018 2:45 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Apostasia dalla fede Cattolica



Per inciso
La Messa celebrata da don Fredo è
Invalidata e Sacrilega

Rispetto
all'Omelia, in quanto promulga eresie

Rispetto
Alla Consacrazione, in quanto non esplicita nella sua interezza la formula consacratoria.

Rispetto
Alla distribuzione della Santa Ostia, in quanto compito esclusivo del sacerdote elargito in modo blasfemo ai fedeli.

Rispetto
Ai fedeli, poiché con la sua affermazione "Il Credo non lo recito perché non ci credo", con tale affermazione si pone ipso facto al di fuori della Chiesa, in quanto scomunicato "Latae Sententiae", e quindi cessa di essere sacerdote ministeriale.






------------------------------------------------------------------------------------------------------------


gennaio 01, 2018
FRATELLO ERRORE E SORELLA APOSTASIA - L'ERETICO DON FREDO OLIVERO CANCELLA IL CREDO ALLA MESSA DI NATALE



Nella chiesa di San Rocco a Torino, la notte di Natale, padre Chiaffredo Olivero ha pensato bene di infondere pace e serenità nei fedeli ivi raccolti, facendo pubblica dichiarazione di apostasia.

Il celebrante, al posto del Credo, ha fatto cantare un canto insulso e melenso - composto da Jean Marie Benjamin, musicata da Riz Ortolani, e interpretata da Claudio Baglioni per il film Fratello Sole, sorella Luna di Franco Zeffirelli del 1972 - ed ha così spiegato le ragioni della sua opinabilissima scelta:

Sapete perché non dico il Credo? Perché non ci credo. Se qualcuno di voi lo capisce... Io che ho studiato un po' di anni, ho capito che era una cosa che non capivo e che non potevo accettare. Cantiamo qualcos'altro che dica le cose essenziali della nostra fede: Dolce sentire.

Il video è stato pubblicato sul sito della chiesa di San Rocco, ma dopo la nostra segnalazione è stato frettolosamente sostituito con un altro a cui è stato tolto il pezzo incriminato. L'originale è reperibile qui (dal minuto 26:45), mentre quello censurato qui.

Così questo arrogante modernista, pronto a scandalizzare i semplici anche nella Notte Santa, non appena viene denunciata la sua dichiarazione corre ai ripari, dimostrando di non avere nemmeno il coraggio delle proprie azioni. Tipico di questa genìa di eretici, ribelli nel professare la Fede ma pavidi nell'affermare l'eresia ed assumersene la responsabilità. Una magra figura - diciamolo - che li qualifica impietosamente.

Al posto della professione di fede del Simbolo Niceno-Costantinopolitano, ecco cos'ha scelto la mente malata del sacerdote apostata:

Dolce sentire come nel mio cuore
ora umilmente, sta nascendo amore.
Dolce è capire che non son più solo,
ma che son parte di una immensa vita,
che generosa risplende intorno a me:
dono di Lui, del suo immenso amor.

Ci ha dato il cielo e le chiare stelle,
fratello sole e sorella luna,
la madre terra con frutti, prati e fiori,
il fuoco, il vento, l'aria e l'acqua pura,
fonte di vita, per le sue creature:
dono di Lui, del suo immenso amor,
dono di Lui, del suo immenso amor.

Il contenuto teologico in questa canzoncina inconsistente da figli dei fiori secchi è evidentemente nullo. Come nulla, a quanto pare, la fede del sacerdote che si è permesso di sostituirla al Credo della Messa, per il quale hanno versato il proprio sangue tanti Martiri cattolici.

La decisione di questo prete indegno è stata salutata da una risata, completando il quadro di squallore e povertà intellettuale dei fedeli, evidentemente assuefatti alla creatività liturgica del Novus Horror. E i fedeli dovrebbero iniziare a protestare, alzarsi e gridare allo scandalo, rivolgersi ai Vescovi e soprattutto alla stampa, della quale hanno letteralmente terrore certi ecclesiastici.

Ma non basta: il gruppo interconfessionale Spezzare il pane (qui) al quale don Chiaffredo partecipa si riunisce una volta al mese a celebrare l’eucaristia in rito ora cattolico ora protestante, con i presenti che fanno tutti la Comunione. Don Fredo si è detto sicuro che questo è il vero “pensiero personale” di papa Francesco, secondo quanto da lui detto il 15 novembre 2015 durante la visita al tempio luterano di Roma.



Don Olivero ha aggiunto che il dogma della Transustanziazione va riletto in chiave “spirituale” e che, stando a Gesù, la messa la può celebrare chiunque e non solo un ministro ordinato. Don Olivero ha fatto queste dichiarazioni scandalose ed eretiche sull’ultimo numero di Riforma (qui), il settimanale della Chiesa valdese. Ne ha riferito il vaticanista Sandro Magister nell’ultimo articolo apparso sul suo blog Settimo Cielo il 20 giugno 2017 (qui).

Non stupisce che, di fronte ad una dichiarazione pubblica di rifiuto della professione di Fede Nicena, l'Ordinario del luogo non sia intervenuto: la perdita della Fede è requisito indispensabile, soprattutto sotto questo esecrando pontificato, per poter avere la cura d'anime nella neo-chiesa bergogliana.
opportuneimportune.blogspot.it/2018/01/fratello-errore-e-sorella-aposta...
[Edited by Tommaso de Torquemada 1/8/2018 2:47 PM]
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:28 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com